Fiori di Stelle – suite

In un’altra città, in un carcere minorile che portava il pomposo nome di Centro di rieducazione adolescenziale, quella era una sera di visite: gli assistenti sociali erano a colloquio con alcuni giovani per decidere il loro eventuale inserimento nel progetto Save the Future. I ragazzi venivano condotti uno alla volta nella stanza che fungeva da parlatoio, dotata soltanto di un … Continua a leggere

Fiori di stelle

Fiori di Stelle   La notte era fredda e piena di stelle e la grande casa immersa nel verde assomigliava ad un bastione sicuro, contro cui nessuna minaccia poteva prevalere. Lemort se ne stava accoccolato davanti alla finestra della sua stanza, seduto sulla cassapanca, il mento appoggiato sulle ginocchia, mentre lo sguardo andava ora al cielo stellato ora alla strada, … Continua a leggere

Io sto con Donadoni

La classica soluzione all’italiana. Fuori dagli europei e allora che si fa? Via l’allenatore! Come se si trattasse di un’equazione matematica, come se la colpa fosse tutta sua. D’accordo che è l’allenatore a impostare lo schema di gioco e a scegliere i giocatori da far scendere in campo… ma non credo che le responsabilità siano da imputare tutte a lui. … Continua a leggere

Sul racconto precedente

Il racconto precedente è dedicato ad Harlock, il pirata dello spazio, ma in una versione molto particolare. L’ho scritto qualche anno fa ma ci sono molto affezionata. E’ ambientato in un universo completamente diverso, in un mondo molto concreto, terreno, eppure sospeso tra sogno e realtà. Racconta l’eterna battaglia, l’eterna ricerca, disperata, totale, dell’Amore. Fonte d’ispirazione il legame di Harlock … Continua a leggere

L’amore che fu mio

L’amore che fu mio     “Nel fosco sentiero d’un sogno                                                             andai a trovare l’amore che fu mio  in una vita precedente”                                                (Tagore)                                                                               Nel limpido chiarore del cielo si stagliavano solo poche nubi, calde e leggere, mentre un dolce vento d’estate le sospingeva lontano, verso orizzonti d’opale e fuoco. Un rigoglioso mare d’erba, costellato … Continua a leggere

Quando tornerai?

Quando tornerai? Quando il vento soffierà sulla neve, quando il ghiaccio sarà strada sui fiumi, quando le stelle brilleranno nelle gelide notti serene. Sarò il fuoco che scalda la tua pelle, il sole che inonda i tuoi capelli, l’acqua salata che ti bagna il corpo.   Dove tornerai? Dove è difficile raggiungere il cuore, dove il vento nasconde tutte le … Continua a leggere

Fossi stato quel che sono adesso

Fossi stato quel che sono adesso non t’avrei perduta. Arrivare in tempo e vedere di nuovo il tuo viso: mio Infinito, Eterno desiderio.   Sacro, amato sangue, di cui ho bagnato le mie mani. Pallido, grave corpo, tra le mie braccia abbandonato. Perché non hai aspettato? T’avrei strappata a loro, sciogliendo qualunque legame terreno. T’avrei condotta lontano e nessuno avrebbe … Continua a leggere

Quanto tempo…

Stavo sfogliando il mio vecchio diario, alla ricerca di quella poesia che ho appena pubblicato… quanto tempo è passato. Viene dritta dritta dal 1993… settembre, penso, ma non c’è la data. Ne ho scritte parecchie altre, scorrendo le pagine. Tutto sommato ce ne sono ancora alcune degne di essere scritte, tenuto conto di quanto tempo è passato! E’ solo ultimamente … Continua a leggere